4 febbraio. Una babele di semi

Domenica 4 FEBBRAIO 2018, ore 9.30 – 16.30 l’Associazione A.S.C.I Piemonte vi invita ad Una Babele di Semi 2018 – la fiera del libero SCAMBIO delle autoproduzioni di semi, marze, piantine, bulbi, pasta madre e saperi….., presso la Cascina Roccafranca, via Rubino 45 ang. via GaidanoTORINO.

La settima edizione sarà dedicata al mais, cereale importante ampiamente presente nei nostri territori, purtroppo spesso associato a nefaste coltivazioni d’oltreconfine o locali, con l’utilizzo di OGM e di veleni per il diserbo dei terreni in cui viene coltivato.

Il laboratorio del mattino sarà caratterizzato da una panoramica di tecniche di coltivazione del mais, con l’utilizzo anche di popolazioni eterogenee evolutive, che offrirà spunti interessanti sulle prospettive agroecologiche possibili per la produzione di questo cereale. Ad ogni seme il suo terreno! affinchè  i semi del presente e del futuro siano quelli della biodiversità agricola.   babele_2018.jpg

Lo scambio di quanto si porta (chi vuole partecipare deve munirsi di un tavolino di 1 metro) si svolgerà in termini di reciprocità, su piccole quantità, assumendosi così l’impegno per la riproduzione in loco, per favorirne l’adattabilità e la conoscenza delle caratteristiche, anche attraverso le informazioni, compilando la scheda del seme, e delle migliori modalità di coltivazione. «Come abbiamo sempre affermato, la biodiversità agricola non è rappresentata solo dal materiale da ciò che si riproduce ma anche dalla conoscenza ad essa associata. Il materiale scambiato non è soggetto ad alcun tipo di proprietà intellettuale in quanto in pubblico dominio. Non si tratteranno cioè varietà iscritte ai cataloghi commerciali e tanto la loro riproduzione quanto il loro scambio in modiche quantità non può essere considerato atto commerciale ma piuttosto un diritto universale esercitato dalle comunità» spiega Luca Ferrero presidente dell’associazione ASCI.

PROGRAMMA della giornata:

h 9.30 apertura fiera dello scambio semi

LABORATORI dei saperi:
h 10 coltivazione del mais – potenzialità e limiti
– Situazione e prospettive della coltivazione del mais, Prof Reyneri (Univ. Torino)
– La valorizzazione di popolazioni open di mais, Dott.ssa Carlotta Balconi e Dott.ssa Rita Redaelli (CREA di Bergamo)
h 12 cuciniamo con il mais
h 14 dimostrazione pratica – innesti e potature di piante da frutta

h 10.30-14.30 La Piccola Mostra DI MELE COLTIVATE IN PIEMONTE

SPAZIO BIMBI durante tutta la giornata

PRANZO autogestito e condiviso, Al Tavolo dell’Abbondanza, portare vivande ed anche piatto/bicchiere/posate, zero denaro.

babele_2018.jpg

6 marzo. “SEMIniamoli”

LUNEDì 6 MARZO 2017

SEMIniamoli

Dopo la sesta edizione di Una Babele di Semi è ora di seminarli questi semi! A.S.C.I in collaborazione con il Vivaio Gariglio vi invita a:

GIORNATA DI FORMAZIONE SU RIPRODUZIONE SEMI E PRODUZIONE PIANTINi BIOLOGICI

Programma:

ore 9 accoglienza e registrazione;

ore 9.30 Biodiversità agricola e riproduzione semi: Luca Ferrero

ore 11 Il biologico e la produzione di piantine: Paola Gariglio

ore 12.30 pranzo autogestito *

ore 13.30 visita al vivaio Gariglio

ore 14.30 Progetti su semi, miglioramento genetico e popolazioni

ore 16 chiusura.

La giornata si svolgerà presso il Vivaio Gariglio a Moncalieri (TO)

Per la partecipazione è necessaria la prenotazione a

ascipiemonte@gmail.com

costi: all’insegna della reciprocità è benvenuto un contributo NON IN DENARO a discrezione del partecipante a favore degli organizzatori (es bottiglia di vino, marmellata, libro ecc ecc)

* pranzo: ognuno porta per se e per gli altri

5/2. Torna: Una Babele di semi

Torna “Una babele di semi”, giornata di festa, di SCAMBIO delle autoproduzioni di SEMI, marze, piantini, bulbi, pasta madre e saperi. Appuntamento è il 5 febbraio 2017 a Cascina Roccafranca a Torino.

fb_img_1484743237908L’appuntamento è il 5 febbraio 2017 dalle 9.30 alle 16.30 a Cascina Roccafranca, via Rubino 45 ang. via Gaidano, a Torino.

I semi del futuro è l’argomento portante dell’edizione 2017 di una Babele di Semi, giornata di scambio di semi autoprodotti e saperi.

«I semi del futuro per dare un valore tangibile alla biodiversità agricola in campo ed all’agricoltura contadina senza veleni, per una risposta concreta, nel nostro piccolo, alle tante minacce da ogm, agroindustria e brevetti – spiega Luca Ferrero di Asci Piemonte – I semi del futuro nelle pratiche rurali ma anche nello scambio di saperi: Salvatore Ceccarelli, ricercatore di rilievo internazionale, condividerà con noi la sua consolidata esperienza nell’ambito del miglioramento genetico evolutivo e delle popolazioni evolutive. Una giornata liberi dal denaro e ricca di umanità, per costruire assieme un pezzo, piccolo ma importante, del futuro dei semi. Il nostro futuro».

Nella sesta edizione, sempre negli spazi interni ed anche esterni della Cascina Roccafranca, ci incontriamo all’insegna della biodiversità agricola in una giornata di scambio di nostre autoproduzioni: semi, marze, piantini, bulbi e pasta madre.

«Lo scambio di quanto si porta (occorre munirsi di un tavolino di 1 metro) si svolgerà in termini di reciprocità, su piccole quantità, assumendoci così l’impegno per la riproduzione, in loco per favorirne l’adattabilità e la conoscenza delle caratteristiche, anche attraverso le informazioni, compilando la scheda del seme (allegata, riprodurne alcune decine ogni espositore), e delle migliori modalità di coltivazione. Come abbiamo sempre affermato la biodiversità agricola non è rappresentata solo dal materiale da ciò che si riproduce ma anche dalla conoscenza ad essa associata. Il materiale scambiato non è soggetto ad alcun tipo di proprietà intellettuale in quanto in pubblico dominio. Non si tratteranno cioè varietà iscritte ai cataloghi commerciali e tanto la loro riproduzione quanto il loro scambio in modiche quantità non può essere considerato atto commerciale ma piuttosto un diritto universale esercitato dalle comunità».

LABORATORI dei saperi

Ore 10 incontro pubblico con Salvatore Ceccarelli, ricercatore cosmopolita:

I SEMI DEL FUTURO, IL FUTURO DEI SEMI;

Ore 12 cuciniamo: il cibo del futuro, il cibo di una volta;

Ore 14 dimostrazione pratica: le stufe in terra cruda.

SPAZIO BIMBI durante tutta la giornata

PRANZO autogestito e condiviso, portare vivande ed anche piatto/bicchiere/posate

INFO ascipiemonte@gmail.com